MARTINI: PRO DEFUNCTIS Psalms and Mass

17,69

Categorie: , SKU: LDV 14109

Descrizione

GIOVANNI BATTISTA MARTINI (1706 – 1784))

De Profundis*
Dilexi, quoniam
Levani oculos meos
Ad Dominum
Domine, ne in furore tuo
Missa Pro Defunctis

 

Ensemble vocale e strumentale bolognese “San Pietro”

Alice Fraccari, soprano – Angela Troilo, alto
Paolo Davolio, tenor
Giacomo Contro | Mauro Borgioni*, baritones
Riccardo Manuel Vartolo | Matteo Anderlini, violins
Laura Cacciatori, viola – Anna Camporini, cello
Francesco Maria Cataldo, violone

Marcello Rossi Corradini, organ and conductor

World première recording

 

Il catalogo delle composizioni vocali sacre di Padre Martini è spropositato. Dalla biblioteca del Museo Internazionale della Musica di Bologna e dall’Archivio Diocesano Arcivescovile della Cattedrale di San Pietro di Bologna l’ensemble “San Pietro” ha ricostruito una delle liturgie più sentite per l’anno liturgico cattolico: il rito dei defunti, che qui propone in una accurata selezione. A coronare questo lavoro un salmo estraneo (ma non lontano) all’Ufficio dei Defunti: il De Profundis per Baritono solo, ripieno a 4 voci e archi che rappresenta l’apice della capacità e complessità compositiva di Martini, sia nella musica strumentale che corale che solistica.

The catalog of sacred vocal compositions by Padre Martini is vast. From the library of the International Museum of Music and the Diocesan Archdiocesan Archive of the Cathedral of San Pietro in Bologna, the orchestra of “San Pietro” has reconstructed one of the most moving liturgies for the Catholic liturgical year: the rite of the dead, which is proposed here in an accurate selection. To crown this work, an unusual (but not distant) psalm to the Office of the Dead: the De Profundis for solo baritone, filled with 4 voices and strings, representing the pinnacle of Martini’s compositional ability and complexity, both in instrumental and choral music.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “MARTINI: PRO DEFUNCTIS Psalms and Mass”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post

You may also like…